• Antonio Merola

Poesia | Ognuno si racconta la sua storia di Stefano Olmastroni

Segnaliamo alcune poesie estratte dalla raccolta Ognuno si racconta la sua storia (Italic, 2020) di Stefano Olmastroni


L’ERBA


perché il male si scomponga come il criceto sepolto in una scatola di scarpe

nella terra dell’orto


nei giorni della merla

mamma toglie

erbacce dal giardino


dice che dopopranzo le è preso di sentire un'aria di primavera

mi racconta dell'anello sepolto

del vecchio orcio su cui adesso poggiano dei ciclamini

regalo di nozze

per i nonni, riempito d'olio e portato in dono

al matrimonio degli sfollati

nell'aia campestre, alla chiesetta di qualche agglomerato di collina

prima che la fede venisse perduta e poi ritrovata nell'orto

prima che i coniugi scendessero a valle


nonno diceva finché rimaneva la neve

sulla cima della montagna

il tempo avrebbe continuato a guastarsi

prima della bella stagione


poi la primavera arriverà per ricordarci

che presto se ne andrà di nuovo

la carne seccherà come la menta in mezzo al prato


*


LA VERNA


di notte vanno le montagne

la terra ti scorre sotto ai piedi,

tu ci provi a sfuggire

ai terremoti…

nell’aria brilla il canto degli uccelli

ti svegli, le tane parlano

consulti le ombre tolte al fuoco

separi nuvole da fondi

limpidi, discrimini le parti.

Al risveglio, ti spaventa

l’oroscopo sedimentato

e tu sei miope come il vento

che si prende la strada a tastoni


*


ti prego ricordati

dei prati scoscesi

che il sole ancora batte

e accende.

Affacciata sul fiume gigante

come a uno strapiombo

i forasacchi ti infilzano il cuore:

tu lasciati prendere e far male













Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità, la frequenza dei post non è prestabilita e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001. Tutti i diritti sono riservati – barbaricoyawp.com; la redazione di YAWP prima di pubblicare foto, video o testi ricavati da Internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti d'autori o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso di materiale riservato, scriveteci a yawp@outlook.it e provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.