Poesia | Schemi astratti di comportamento animale indecente di Luigi Siviero

Pubblichiamo alcune poesie dalla raccolta di Luigi Siviero, Schemi astratti di comportamento animale indecente (Montag, 2020)

La stessa sensazione che si prova accendendo una torcia in una stanza al buio

Hai presente quando la lingua sfiora un pezzo di legno

e sente che quel legno

è stato imbevuto per venticinque anni in una sostanza

chimica rara

sulla Terra e un pochino ossidante?

Ecco, è la stessa sensazione che si prova accendendo una torcia

in una stanza al buio e scoprendo che le pareti sono fogli di carta

dove c'è scritta la tua vita e all'improvviso

un foglio prende fuoco

e divampa un incendio

brucia tutto e non saprai

mai

più

nulla

di chi sei

perché su quei fogli c'era scritto il tuo nome

nulla di chi sei stato

perché su quei fogli c'era scritto

il tuo passato e nulla di chi diventerai.


(14 gennaio 2017)


***


Tulipani infuocati


Tulipani infuocati brillano al tramonto sulla terrazza dell'albergo

dove

Linda ha

apportato

il cavallo ad abbeverarsi alla fonte dell'eterna


giovinezzza.


E rimane incinta osservando nuotatori al largo che vanno avanti e

indietro a farfalla o delfino, senza capire

la differenza fra i due stili forse perché una differenza non c'è.


Il cavallo mangia carne di delfino e farfalle

svolazzano nella pancia di Linda che in grembo non ha più

un feto ma farfalle colorate.


Partorisce farfalle che se ne vanno

nel mondo a morire

nel giro di dodici

ore colpite

a morte da un'epidemia di una malattia

aliena portata sulla Terra

dalla stella cometa che ha annunciato la nascita di Gesù.


Il rapimento alieno del figliol prodigo è l'annuncio

dell'Apocalisse nella quale il mondo rimarrà senza farfalle e

nessuno potrà più

innamorarsi perché

verrà meno la fase di incubazione dell'amore

che consiste nelle farfalle svolazzanti nello stomaco.


Stomaco che riuscirà

finalmente

a digerire qualsiasi pietanza, quando

non ci saranno più farfalle nel mondo.


(19 novembre 2016)


***


Come trasformare un uomo in cibo per insetti


Gli insetti!

Gli insetti!

Gli insetti!

Non voglio nutrire gli insetti

Voglio solo essere il loro nutrimento

Ma allora non posso darmi agli insetti come pasto

Altrimenti li nutrirei

Un'anima buona deve trasformarmi in nutrimento per insetti

Non esiste un manuale che spieghi come

trasformare una persona in nutrimento per gli insetti

Forse perché teorizzare una cosa del genere

sarebbe

troppo

astratto

Ci sono tanti insetti

Sarebbe meglio scrivere un manuale per ogni tipo di insetto

Come trasformare un uomo in cibo per coleotteri

Come trasformare un uomo in cibo per grilli

Come trasformare un uomo in cibo per cavallette

Eccetera


(10 gennaio 2017)


***


Una bambola senza braccia


La scogliera è alta e invisibile

agli occhi di una bambola senza braccia

incaricata dalle forze armate di perquisire

tutti

i

terribili

pinguini eschimesi

che tentano di raggiungere la costa a bordo

di barche a remi e tavole da surf trainate dai delfini.

I sommozzatori visitano una grotta sottomarina

usata due secoli prima

da un produttore di grappa per invecchiare

le bottiglie di grappa alla pera con la pera dentro.

Il sommozzatore trova una bottiglia vuota

e cinquantasei bottiglie con il tappo

ancora sigillato.

Così balla la samba

e decide di fare ubriacare la bambola senza braccia.

È doloroso per la bambola

ubriacarsi

perché deve strisciare fino alle bottiglie

e afferrarle con i denti.

È il triste destino delle bambole

senza braccia sprovviste di maggiordomo.

I pinguini arrivano a nuoto

approfittando dell'ubriachezza molesta

della bambola e si dirigono a piedi a Londra

per sequestrare gli spettatori della partita

di calcio a Wembley.

Nessuno si chiede se il calcio è un delirio tossico

della bambola senza braccia

a pezzi per la mancanza di grappa

i pinguini si tuffano nel Tamigi e ritornano

nel mare a nuoto.

In una gabbia le fidanzate dei pinguini

azzittite stringono i corvi tra le cosce

e ne staccano le teste con i pollici.

Divincolandosi tra le teste dei corvi, i pinguini

si avvolgono in un mantello rosso e viola.


(25 novembre 2016)

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti